La Menta

Menta

(Menta Per Piperita)

La Menta è una pianta molto comune in tutti i paesi a clima mediterraneo, appartenente alla famiglia delle Labiate. E’ erbacea, e può raggiungere l’altezza di circa 50-60 centimetri, caratterizzata da fusti quadrangolari, su cui crescono grandi foglie verdi opposte, di forma ovale e dentate; e fiori lilla-violetti. Tutta la pianta è ricoperta da una peluria grigiastra, che dà una sensazione di morbidezza vellutata al tatto. L’odore tipico fresco e rinvigorente è emanato dalle foglie.

La  Menta è una pianta molto comune nei paesi dell’area mediterranea, e cresce anche spontanea nelle campagne e sui cigli delle strade. Tuttavia è anche una pianta aromatica molto coltivata. La specie più comune, la Per Piperita, è un ibrido ottenuto dall’unione delle tipologie Menta Acquatica e Menta Spicata.

Della pianta hanno interesse erboristico sia le foglie che le sommità fiorite, e sono principalmente impiegate per l’estrazione dell’olio essenziale. La foglia va raccolta a pieno sviluppo, cioè quando i peli ghiandolari raggiungono la dimensione idonea e le ghiandole presenti sulla superficie fogliare sono completamente piene di olio essenziale. Il tempo balsamico, ossia il momento di massima produttività della pianta, è quando si raggiunge la completa fioritura, ossia nei mesi estivi di Giugno, Luglio e Agosto.

Le foglie e le sommità fiorite sono raccolte fresche ed integre, nelle ore meno calde della giornata, in modo da non degradarle, e vengono subito introdotte all’interno di distillatori in corrente di vapore, che spesso si trovano in prossimità del campo di raccolta. L’olio che ne deriva è ricco di monoterpeni e diterpeni, tra i quali predomina il Mentolo, che può raggiungere anche le alte percentuali del  50-60%.

Tuttavia la Menta, oltre che per l’estrazione dell’olio essenziale, viene anche impiegata per ricavarne la droga secca. In questo caso, le sole foglie appena raccolte, vengono fatte essiccare in locali, in cui la temperatura non deve superare i 45°C. Le foglie, una volta divenute secche, hanno interesse prettamente erboristico per la realizzazione di tisane ed infusi.

Usi:

La Menta è una pianta officinale utilizzata dall’uomo da tempo immemore, e la impieghiamo per diversi utilizzi.

A livello del sistema respiratorio, ha un’azione balsamica, grazie all’alto quantitativo di mentolo. E’ un ottimo decongestionante del naso, e si pensa che la sensazione di freschezza che provoca, sia dovuta al fatto che stimoli i recettori del freddo a livello respiratorio. Tisane e infusi che contengono menta sono adatti per tutti i casi di sindromi da raffreddamento, congestioni nasali, tosse, bronchiti.

A livello dell’apparato digerente, la Menta, è una pianta ad effetto digestivo, non va tuttavia consigliata a chi soffre di acidità di stomaco, o a chi ha gastrite o ulcere gastriche, poiché va ad irritare le pareti dell’organo stesso. Le si attribuiscono anche le proprietà coleretiche e colagoghe, e inoltre va a contrastare le fermentazioni intestinali.

Anche l’olio essenziale di Menta viene ad avere le stesse attività della Menta in foglie, ma ha intrinseche anche le proprietà antibatterica e antisettica.
Come espettorante rientra nella formulazioni di sciroppi o compresse masticabili, in associazione a elementi quali l’eucalipto, il miele e la propoli.
L’essenza di Menta può essere usata per l’aromaterapia, in caso di tosse, bronchiti, congestioni nasali, sindromi da raffreddamento e influenza. Inoltre l’olio essenziale fatto evaporare nell’ambiente ha una ottima attività di purificante dell’aria: può essere messo in gocce sia nelle vaschette del termosifone, che all’interno dei brucia-essenza.

Per quanto riguarda l’uso topico, rientra all’interno delle formulazioni di cosmetici ad attività circolatoria e drenante: tipico è l’impiego per attribuire freschezza ed effetto freddo alle creme circolatorie mirate al benessere degli arti inferiori, usate per contrastare pesantezza, gambe stanche, gonfiore agli arti, ristagno di liquidi e vene varicose. Inoltre è usata per lo stesso motivo anche nei cosmetici ad attività rassodante e anticellulite.

Sempre in cosmesi, è impiegata per aromatizzare dentifrici, collutori e spray  orali; e rientra nella formulazione di shampoo indicati per la cute grassa, e per contrastare la forfora.