Cedro Olio Essenziale

Olio Essenziale di Cedro

 

(Cedrus Atlantica, o Cedrus Libani)

Il Cedro è una pianta che se di specie Atlantica, ha origine Africana Nord-Orientale; se di specie Libani, cresce spontanea in Medio-Oriente, in particolare in Libano, di cui rappresenta l’albero presente sulla bandiera dello Stato.

 E’ appartenente alla famiglia delle Conifere Pinacee, ed è un albero che può raggiungere anche le elevate altezze di 40 metri. E’ caratterizzato da un tronco liscio negli esemplari giovani, ma sul quale si creano fessure verticali mano a mano che la pianta invecchia. I rami sono numerosi, e si possono sviluppare anche con inclinazioni ad angolo retto rispetto al tronco, determinando il tipico orientamento “a candelabro” della pianta. Le foglie sono trasformate in aghi, organizzate in ciuffetti. I frutti sono pigne che passano da un colore verde-giallognolo al bruno chiaro a maturazione.

Della pianta viene utilizzato il legno per ricavarne l’Olio Essenziale, che viene impiegato sia per trattamenti interni, che per l’applicazione topica.

Uso Interno

Ad uso orale, l’Olio essenziale di Cedro, è usato per le attività antisettiche e antibatteriche, in particolare con azioni rivolte alle affezioni dell’apparato respiratorio e le infezioni alle vie urinarie.

E’ adatto quindi in caso di tosse, stadi influenzali, bronchiti e formazioni catarrali dell’apparato respiratorio, grazie all’attività balsamica dell’essenza. Per quanto riguarda le vie urinarie, invece, è indicato in casi di cistiti, infiammazioni vescicali, e infiammazioni dei tubuli.

Non va assunto puro, ma diluito opportunamente in un olio vegetale, come quello di Mandorle Dolci, oppure in un cucchiaino di miele.

Uso Esterno

Se applicato ad uso esterno, l’Olio Essenziale di Cedro, dimostra avere una attività sulla circolazione linfatica e lo strato lipidico. E’ quindi da utilizzarsi per massaggi contro la cellulite, l’accumulo di liquidi nel sistema linfatico, il gonfiore agli arti, e i disturbi circolatori.

Inoltre, apporta diversi benefici alla pelle: è un cicatrizzante e riepitelizzante, indicato quindi in caso di pruriti, escoriazioni e secchezze epidermiche. Come tutti gli oli essenziali ha anche attività antisettiche e antibatteriche.

E’ stato inoltre osservato, che applicato sul cuoio capelluto, è utile per contrastare fenomeni di forfora, desquamazioni e pruriti alla cute.

Così come per l’impiego interno, anche ad uso esterno deve essere opportunamente diluito. Può essere abbinato ad oli vegetali per un massaggio linfodrenante; unito ad Olio di Argan, di Germe di Grano, o di Mandorle Dolci per le secchezze epidermiche. In caso di escoriazioni, è preferibile disperderlo in Olio di Iperico per potenziarne l’attività cicatrizzante.

Per l’attività sul cuoio capelluto, può essere ad esempio mescolato al proprio shampoo per capelli (circa un paio di gocce per una noce di detergente), frizionato e poi sciacquato.