Il Finocchio

Finocchio

(Foeniculum Vulgare)

Il Finocchio è un pianta erbacea di origine mediterranea, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere. Ne esistono tre differenti varietà: il Vulgare detto anche Officinalis, che è il Finocchio usato per gli scopi erboristici; il Dulce, dal quale viene ricavato l’Olio Essenziale; e l’Azoricum, coltivato a scopi alimentari per le guaine fogliari.

Il Finocchio è caratterizzato da foglie carnose, molto sviluppate; da piccoli fiori gialli organizzati in infiorescenze ad ombrelle, di grandi dimensioni, da cui originano piccoli frutti, erroneamente scambiati per i semi, in forma di diacheni molto aromatici, che rappresentano la parte della pianta ad interesse erboristico.

I frutti di Finocchio sono caratterizzati dalla presenza di Olio Essenziale, che contiene molecole quali Fencone, Anetolo, Estragolo e Furanocumarine. Una volta raccolti, i frutti, vengono trattati per ricavarne l’Essenza, oppure fatti essiccare, e devono essere in questo caso conservati al riparo dalla luce diretta e dall’umidità, e non in materiali plastici. Vengono poi venduti per la maggior parte dei casi per l’utilizzo in tisana.

Usi

I frutti di Finocchio essiccati, sono uno dei rimedi più conosciuti dalla tradizione popolare Europea per il trattamento dei gonfiori di stomaco ed intestinali: l’attività carminativa è usata per contrastare sia i dolori di stomaco dati da disturbi digestivi, che le flatulenze che interessano il tratto intestinale.
Sono da indicarsi, quindi, in casi di meteorismo, spasmi intestinali, dispepsia, eruttazioni, flatulenze e gonfiori gastrici.

Il Finocchio è una pianta che può essere utilizzata anche per i bambini: l’infuso di Finocchio è infatti usato per contrastare le coliche e i dolori addominali, anche nei più piccoli.

Nei vari integratori alimentari e tisane che lo contengono, è abbinato a piante stomachiche e carminative che con esso lavorano in sinergia, come il Cumino, il Carvi, la Menta e la Camomilla.

Sono stati fatti degli studi che dimostrano che i frutti di Finocchio, assunti dalla donne dopo il parto, hanno attività galattogena, aiutano cioè la madre a produrre una quantità maggiore di latte. Nelle formulazioni indicate alle neo-mamme, li troviamo in associazione con la Galega, pianta sempre galattogena, che col Finocchio lavora in sinergia.