Basilico Olio Essenziale

Olio Essenziale di Basilico


(Ocimum Basilicum)

Il Basilico è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Lamiacee. E’ caratterizzato da fusto di colore verde, quadrangolare, non ligneo. Le foglie sono di un verde acceso nella maggior parte delle varietà, opposte e a margine liscio, caratterizzate da una nervatura centrale marcata. Sono lisce, senza peli, e si incurvano verso l’estremità. Man mano che si sale alla cime dei rametti, le foglie hanno dimensioni via via più piccole, poiché quelle più in alto sono le più giovani, e hanno una forma rotondeggiante, e più invecchiano, più si allungano.
Il fiore è un infiorescenza di colore bianco.

Della pianta, sono raccolte proprio le foglie e le sommità fiorite, di interesse erboristico poiché sono trattate in corrente di vapore per ricavarne l’olio essenziale: l’essenza di Basilico è molto pregiata, basti considerare che occorrono 9-10 Kg di foglie fresche per ricavare all’incirca 10 ml di prodotto finale.

Uso Interno

L’Olio Essenziale di Basilico, è impiegato per la maggior parte per l’uso interno, ed ha molteplici benefici, in differenti distretti dell’organismo.

Sull’apparato digerente riscontra un’attività stomachica, antispasmodica e carminativa. E’ ottimo quindi per contrastare pesantezza dopo il pasto, e nei casi di difficoltà digestive e dispepsia. L’azione carminativa, invece, contrasta flatulenze, eruttazioni ed aerofagia.

Il Basilico, inoltre, aiuta a superare la cinetosi data da mal d’auto, mal di mare, e d’aereo e anche il senso di vertigine e di nausea.

A livello nervoso, aiuta a contrastare ansie, insonnie, stati di stress e affaticamento mentale, inducendo il rilassamento nervoso, e la quiete.

Come tutti gli oli essenziali, ha anche rilevanti azioni antimicrobica e antibatterica: è usato per superare gli stadi influenzali e la febbre, ed è decongestionante nasale: da usarsi quindi in caso di raffreddore, naso chiuso, tosse, e formazione di catarro bronchiale. In questo ultimo caso, può essere inalato grazie all’utilizzo in fumenti, oppure vaporizzato all’interno di diffusori ambientali.
A livello del sistema escretore, l’azione antimicrobica aiuta a contrastare cistiti e infezioni vescicali di varia natura.

Uso Esterno

Ad uso topico, agisce come repellente per le zanzare, a avendo attività anche sul microcircolo capillare, va ad attenuare i rossori e i gonfiori provocati dalle punture d’insetto. Ovviamente, come per tutte le essenze, deve essere opportunamente diluito in un olio vegetale (Olio di Mandorle Dolci, di germe di Grano, o di Argan), prima di venire a contatto con l’epidermide della zona da trattare.

Agendo come aiutante circolatorio, è impiegato anche per il cuoio capelluto: addizionato in gocce al proprio shampoo, aiuta infatti a contrastare la caduta del capello, andando ad agire a livello capillare.

Curiosità

Oltre al basilico classico, esiste anche la variante Basilico Rosso, ancora più aromatica del comune verde, caratterizzata da foglie più strette e allungate, di un colore tipico viola-prugna.