Mirtillo

Mirtillo

(Vaccinium Myrtillus)

Aspetti Botanici:

Il Mirtillo è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Ericacee.
Cresce spontaneo nei climi temperati-freddi, e l’altitudine è un fattore fondamentale per la sua crescita. Lo troviamo diffuso sia in Europa che in America, in luoghi collinari o montuosi, ad altitudini comprese tra i 500 e i 2000 metri sul livello del mare.

L’ arbusto in genere non supera i 30-40 centimenti di altezza, è caratterizzato da piccole foglioline ovali, lisce al tatto e lucide, di colore verde acceso, a margine lievemente seghettato. Sono attraversate da una nervatura principale verticale, che divide simmetricamente la foglia, e che poi si ramifica in modo irregolare.
I fiori sono penduli, bianchi, da cui si sviluppa il frutto: una bacca sferica di colore blu-violceo, che nella parte opposta al picciolo presenta una escrescenza circolare. La polpa è di colore viola e il gusto è lievemente aspro dato alla presenza di Acido Ossalico.

Proprietà Nutrizionali:

La parte ad interesse erboristico è costituita dai frutti maturi, che contengono come principi attivi gli antociani. Questi si presentano sia come liberi, che come glicosilati, come l’Arbutina, che è la più caratterizzante. Inoltre contiene acido citrico, antiossidante cellulare; acido folico e tannini.

Per quanto riguarda le caratteristiche alimentari, il Mirtillo apporta 30 Kcal per 100 grammi di prodotto, solo 0.2 grammi di grassi totali per etto di prodotto, e circa 12 grammi di carboidrati: di questi, 10 grammi sono zucchero, e il resto è fibra alimentare.

Se consideriamo l’apporto in minerali, il più rappresentativo è il il potassio, circa 88 mg, ne seguono Calcio (12 mg) e Magnesio (6 mg) e solo 2 mg di Sodio.
Le Vitamine più rappresentative sono la Vitamina C  (17 mg), la Vitamina A a l’Acido Folico.

Il Mirtillo è una pianta molto apprezzata per le sue caratteristiche erboristiche, soprattutto per il tropismo verso la retina. Per saperne di più, visita il nostro link: Mirtillo.