Prodotti e Stagionalità

Melagrana

La Melagrana

(Punica Granatum)

Aspetti Botanici:

Il Melagrano, è una pianta appartenente alla famiglia delle Punicacee, che può presentarsi sotto forma di albero, o di arbusto. E’ originario sia dell’Africa settentrionale, che dell’Asia Occidentale, ed è una pianta molto antica, conosciuta ed apprezzata già anche dai Romani.

E’ caratterizzato da foglie opposte, lucide, di colore verde acceso. Hanno forma ovale, e il margine è liscio. I fiori sono a forma di campanula, di colore aranciato, ben visibili. Sbocciano nel periodo primaverile, tra Maggio e la prima metà di Giugno.

Il frutto è una bacca che prende il nome di Balausta, con caratteristiche molto particolari: la parte esterna, (esocarpo), è liscia, coriacea ed abbastanza spessa, può avere sfumature che vanno dal giallo pallido al rosso porpora. L’interno è diviso in diverse sezioni da membrane di colore bianco avorio. All’interno di queste, si ritrovano i numerosissimi semi, detti arilli, avvolti da una polpa sugosa e dolce, di colore rosso rubino e aspetto traslucido.

Il frutto è tipicamente autunnale, lo si raccoglie ad Ottobre inoltrato: viene usato per scopi alimentari, e allo stato spontaneo ha dimensioni minori rispetto alle colture.

Proprietà Nutrizionali:

La parte commestibile della Melagrana, corrisponde a circa il 60% del frutto totale, poiché l’esocarpo e le membrane di divisione non sono commestibili.

Per quanto riguarda le caratteristiche nutrizionali, un etto di prodotto contiene l’80.5% di acqua, 15.9 grammi di zuccheri, di cui 2.2 grammi di fibre, 0.5 grammi di proteine, e solo 0.2 grammi di lipidi. La melagrana apporta 63 Kcal per 100 grammi.

I minerali più rilevanti sono il Potassio (290 mg), Fosforo (10 mg), Zinco (0.4 mg) e Ferro (0.3 mg). Sono contenute tantissime vitamine: la più presente è la Vitamina C (8 mg), sono poi presenti la Vitamina B6, l’Acido Folico (Vitamina B9), la Niacina (Vitamina B3), la B2 Riboflavina, la B1 Tiamina e la Vitamina E.

Virtù:

La Melagrana è apprezzata per le sue strepitose proprietà. Oltre ad essere ricca di Vitamine ad altissimo potere antiossidante, come la Vitamina C e la E, contiene anche antociani e tannini, che contrastano lo stress ossidativo delle cellule.

Il Melagrano ha effetti positivi sia a livello della pelle, che del sistema arterioso. Per quanto riguarda la pelle, il pool di sostanze antiossidanti elencate, unite ai flavonoidi e agli acidi grassi essenziali, aiuta a combattere lo stress ossidativo che colpisce le cellule della pelle, aiutando la loro rigenerazione. A livello del derma, inoltre, fa si che i fibroblasti mantengano l’elasticità dei tessuti, contrastando la formazione di rughe, di rilassamenti cutanei, e di macchie, poiché va ad agire anche contrastando gli effetti negativi delle radiazioni solari.

A livello circolatorio, invece, grazie all’acido Ellagico, un fenolo dalle note proprietà antiossidanti, mantiene uno stato di benessere arterioso, e del cuore, andando a contrastare radicali liberi, ossidazione cellulare e presenza di colesterolo. Studi scientifici indicano l’acido ellagico come molecola dalle proprietà antitumorali.

Sono noti effetti positivi anche a livello osseo, e del sistema immunitario.

Curiosità:

Il nome Melagrana deriva dal latino “malum” (pomo) e “granatum” (con semi). A questo frutto è associato il significato di abbondanza, fertilità e passione.

In tutte le culture del passato, ci sono reperti che rimandano a questo significato. Nell’antica Grecia, le donne si nutrivano dei semi per riceverne in dono fertilità e prosperità. In Cina era usata per benedire le nozze; mentre in Turchia il frutto veniva gettato a terra il frutto e si contavano i chicchi che ne uscivano per scoprire quanti figli avrebbero avuto.

 

 

 

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *