Pappa Reale

La Pappa Reale

La Pappa Reale è un prodotto apistico, viene prodotta dalle api nutrici a partire dal polline, con lo scopo di alimentare tutte le larve dell’alveare per i loro primi tre giorni di vita.

Come suggerisce il nome, è invece l’unico alimento di cui si ciberà per tutta la vita l’ape regina, che grazie a questo particolare nutrimento riesce a raggiungere dimensioni molto superiori rispetto al resto delle componenti dell’alveare.

Proprietà Nutrizionali:

La Pappa Reale si presenta come una sostanza di consistenza semi-solida, un’emulsione di colore bianco-giallognolo di sapore aspro. La parte edibile costituisce la totalità del prodotto, composto per il 66% di acqua, il 14% di zuccheri, il 10% di proteine e il 6% di lipidi. Un etto di prodotto apporta 147 Kcal.

E’ un alimento straordinario, che contiene vitamine, amminoacidi e oligoelementi. Le Vitamine più rilevanti sono quello appartenenti al complesso B, nello specifico la B1 (Tiamina), la B2 (Riboflavina), la B3 (Niacina) e la B5 (Acido Pantotenico); vi si ritrovano anche tracce di Vitamina A (Retinolo) e Vitamina C.

La caratteristica più sorprendente di questo alimento, è indubbiamente la composizione in amminoacidi. Tra questi, quelli maggiormente presenti sono Acido Aspartico 1510 mg, Acido Glutammico 950 mg e Lisina 830 mg. Va precisato, che la Pappa Reale apporta 18 dei 20 amminoacidi presenti in natura, e di questi ben sette degli otto amminoacidi essenziali, ossia quelli che l’organismo umano non riesce a produrre in quantità sufficiente per ricoprire i bisogni fisiologici, e che quindi devono essere integrati con la dieta. La Pappa Reale infatti li contiene tutti tranne uno: Fenilalanina, Isoleucina, Lisina, Leucina, Metionina, Triptofano e Valina.

Usi:

La Pappa Reale viene usata come tonico dell’organismo, poiché apporta sostegno psico-fisico. E’ indicata in caso di stanchezza data da stress, studio o lavoro, in quanto aiuta l’attenzione e la concentrazione. E’ anche ottima per gli sportivi, perché combatte la stanchezza muscolare e ha un’attività antiossidante a livello cellulare.
Inoltre, è molto indicata per gli anziani, infatti li aiuta nelle attività motorie e cerebrali; è consigliata anche in caso di inappetenza, deperimento dell’organismo, calo dell’umore; e l’azione ricostituente aiuta ad uscire dagli stadi di convalescenza dopo le malattie poiché aiuta la riattivazione del metabolismo basale cellulare.

Curiosità:

L’ape regina, come anticipato in questo articolo, raggiunge dimensioni così maggiori rispetto alle altre componenti dell’alveare, in quanto è l’unica che si ciba per tutta la durata della propria vita esclusivamente di Pappa Reale.

Nel 2011, Masaki Kamakura, della Toyama University, ha pubblicato un articolo su Nature, dove spiega la sua scoperta: la differenziazione tra api operaie e ape regina, deriverebbe da una proteina contenuta nella Pappa Reale, la Royalactina, che stimola l’Egfr, cioè il recettore del fattore di crescita epidermico. Il fatto che la regina assuma per tutta la vita questo alimento, significa in lei il fattore di crescita è continuamente stimolato: questo la porta ad avere dimensioni anche di 5-6 centimetri di lunghezza, un peso che può raggiungere i 5 grammi, e riesce a deporre circa 2’000 uova al giorno.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *