Prodotti e Stagionalità

Mela

La Mela

(Malus Domestica)

Aspetti Botanici:

Il Melo è un piccolo albero, appartenente alla famiglia delle Rosacee, la stessa di cui fanno parte il Pero, il Mandorlo, la Rosa Canina, la Mora di Rovo, il Lampone e la Fragola.

Il Melo è uno degli alberi da frutta più comuni e conosciuti: ha altezza medio-bassa, ed è caratterizzato da foglie picciolate, caduche, di forma ovale e a margine leggermente seghettato. I fiori sono di colore bianco, ermafroditi, caratterizzati da 5 petali e 5 sepali. Sono organizzati in infiorescenze a Corimbo (cioè da diverse altezze dell’asse fiorale centrale, si sviluppano fiori con peduncoli di differenti lunghezze, per far si che i fiori nascano tutti alla stessa altezza).

Il frutto, la Mela, conosciuta anche come Pomo, origina a partire dal ricettacolo fiorale, oltre che dall’ovario, per questo motivo è identificata come falso frutto.

Esistono svariate varietà di Mele, differenti fra loro in dimensioni, forma più tonda o più allungata, densità della polpa e colore della buccia. Le più conosciute sono:

  • Golden Delicius: Mela di colore giallo, con piccoli puntini ambrati sulla buccia. Se questa caratteristica è molto accentuata, la Golden viene detta “Ruggine”. E’ una Mela molto dolce, la più comune in cucina.
  •  Granny Smith: è la classica Mela Verde, dalla polpa croccante e sapore fresco e acidulo. Il nome deriva da Maria Ann Ramsey Sherwood Smith, che originò casualmente il primo albero. Venne detta “Granny”, cioè “Nonna” perchè la signora era molto anziana, e morì prima di vedere il suo prodotto esportato.
  • Fuji: è una mela molto recente, nata nel 1939, in Giappone. E’ una delle mele più amate a livello mondiale, ed ha buccia rossa, liscia, con sfumatura verdognole e giallastre. E’ estremamente croccante e sugosa.
  • Imperatore: è una Mela rossa, di grandi dimensioni, paragonabile alla Granny Smith come grandezza. Ha polpa molto densa, poco sugosa e acidula.
  • Stark Delicious: è la Mela rossa che rimanda alla favola di Biancaneve. Ha colore brillante, rosso scuro, talvolta Bordeaux, e forma allungata. Tra le mele è quelle che tende a diventare più farinosa a maturazione. E’ nota anche come Red Delicious. Come per la Granny Smith, anche l’origine della Stark Delicious è puramente casuale: un abitante dell’Iowa, alla fine del 1800, pota il suo melo Golden ormai morto. Vedendo però i resti germogliare, decide di coltivarli…e la sorpresa è una mela color rosso rubino! Decide quindi di esporla a un concorso e lì fece letteralmente innamorare Clarence Stark, che la iniziò a coltivare su larga scala e commercializzare.
  • Renetta: è una Mela giallo-verde, appiattita ai poli, dalla buccia ruvida. E’ caratterizzata da macchie brune che possono essere puntiformi, oppure più espanse. E’ classica delle regioni Trentine, e a maturazione la sua buccia raggrinza.
  • Pink Lady: è sicuramente la Mela più recente, come nascita e come diffusione, infatti origina nel 1973. E’ nata in Australia, da un agricoltore che decide di selezionare e incrociare una Golden Lady Williams e una Golden Delicious: ne nasce un frutto croccante, dolce e sugoso, dalla inconfondibile buccia lucida e rosata.

Proprietà Nutrizionali:

Le Mele, a seconda delle varietà, hanno differenti proprietà nutrizionali, tuttavia la media dei dati incrociati, determina che sono frutti composti per l’85.6% di acqua, 0.2% di proteine, 0.3% di lipidi e 11% di glucidi di cui 2% di fibra. Un etto di frutti apporta 45 Kcal. Per quanto riguarda la componente minerale, il più rappresentativo è il Potassio, con 120 mg/100 grammi, ne seguono Fosforo 12 mg, Calcio 6 mg, Ferro 0.3 mg, Zinco 0.1 mg e solo 2 grammi di sodio. La vitamina più rappresentativa, è la Vitamina C, presente in quantità di 5 mg/100 grammi; Vitamina E 0.59; a seguire il complesso B, con B1 0.02mg, B2 0.02 e B3 0.3, è anche presente Acido Folico.

Curiosità:

Il detto popolare dice: “Una Mela al giorno, toglie il medico di torno!”. Ma è davvero così? E quali sono realmente le basi su cui si fonda questo motto?

Ebbene sì, le Mele hanno davvero molto benefici sull’organismo. A livello del sangue, aiutano a mantenere ridotti i livelli di glicemia, in quanto rallentano l’assimilazione glucidica. Hanno effetti positivi anche sul colesterolo, e sembra che questo beneficio sia dovuto alla quantità di fibre che contengono.

Essendo ricche in acqua, danno senso di sazietà rapidamente, e quindi riducono la fame: possono essere inserite all’interno delle diete ipocaloriche poiché hanno basso valore energetico.

Le Mele danno benefici anche all’intestino, perché apportando pectine nel lume intestinale, favoriscono la vitalità dei fermenti lattici che colonizzano il nostro tubo digerente. Di conseguenza aiutano a contrastare la stitichezza, ma anche le scariche diarroiche.

Infine, le Mele sono legate al benessere polmonare, in particolare contrasterebbero l’asma: in un articolo pubblicato sulla rivista Chest, si riporta che in uno studio effettuato su 2’000 persone, si è individuato che diete povere di vitamine e oligoelementi essenziali, vadano a peggiorare gli stadi asmatici, soprattutto in individui fumatori, o di giovane età. In particolare, le Mele, contengono antiossidanti come la quercetina che aiuta a combattere lo stress ossidativo, le infiammazioni e regola il sistema immunitario.

 

 

 

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *