Prodotti e Stagionalità

Arance

Le Arance

(Citrus Sinensis)

Aspetti Botanici:

Le Arance, sono il frutto dell’albero Arancio, appartenente alla famiglia delle Rutacee. La pianta ha origini cinesi, e sub-asiatiche, ed è stata importata in Europa tramite le vie della Seta. La regione Italiana in cui ha avuto la prima diffusione è stata la Sicilia. Nella tradizione popolare, viene detta anche “Portugal”, ad indicare il fatto che i primi che ebbero il merito di diffonderla in occidente, furono stati i Portoghesi.

L’Arancio, è un albero che non raggiunge dimensioni notevoli, è caratterizzato da foglie a margine liscio, lucide e con nervatura centrale, e sono caratterizzate da un picciolo alato. Su tutta la superficie della foglia, si sviluppano tasche contenenti olio essenziale. Il fiore è di colore bianco, e presenta 5 sepali e 5 petali. Da esso, origina una particolare bacca, definita esperidio. L’esperidio è caratterizzato da 3 sezioni: l’epicarpo o flavedo (buccia), non liscia, ma la cui superficie è tempestata di tasche in rilievo, traslucide alla vista, e contenenti un profumatissimo olio essenziale. Il Mesocarpo, o albedo, è lo strato centrale, spugnoso e compatto, di colore bianco: è molto ricco in flavonoidi e pectine. L’Endocarpo (polpa), è organizzata in spicchi, ognuno dei quali è avvolto da una sottilissima membrana dalle sembianze di una pellicola. Ogni spicchio, è composto da tantissime strutture separate le une dalle altre, ricche di succo: tra l’una e l’altra, possono essere presenti dei semi.

Esistono differenti varietà di Arance, tutte caratterizzate da buccia di colore Arancione, ma da polpa che può essere anch’essa arancione, oppure rossa.

Tra le Arance definite bionde, perché hanno un interno di colore aranciato, le varietà più famose sono:

  • Navel: le Appartenenti al gruppo Navel (Washington Navel, Navelina, Thompson e Navelate), sono tutte caratterizzate da un “ombelico” (in inglese “Navel”), presente al polo opposto del frutto rispetto al picciolo: questa struttura, non è altro che un frutto gemello, che si inizia a sviluppare all’interno della buccia del frutto principale. Al momento del taglio, può essere appena accentuato, o presentare dimensioni già maggiori. Sono caratterizzate da una buccia medio-spessa, e da un albedo spugnoso molto sviluppato. Il frutto è di calibro notevole, e può raggiungere anche il peso di 200 grammi. Sono arance sugose, tendenzialmente dolci.
  • Valencia: l’Arancia Valencia, è un agrume molto sviluppato in Sicilia. E’ un cultivar tardivo, che produce frutti dalla fine di Aprile, fino al mese di Giugno. E’ caratterizzato da una buccia molto fine, e dal sapere dolce. Ha ottime caratteristiche di conservazione, infatti può resistere alla frigoconservazione anche per periodi lunghi.
  • Ovale: E’ una tipologia di Arancia molto pregiata, caratterizzata da forma appunto allungata, ovale. Anche questa varietà, raggiunge anche i 200 grammi, ed è caratterizzata da flavedo sottile, ma resistente; con una grana in genere fine. Ha elevata quantità di succo, e si presta benissimo anche alla produzione di marmellate, gelatine e canditi.

Le Arance Rosse, sono invece riconoscibili da polpa di colore rosso più o meno bruno a seconda dei casi, e anche il succo è scuro. Si differenziano:

  •  Tarocco: sono arance di dimensioni medie, e di forma sferica leggermente appiattita nella zona di attacco del picciolo. Sono molto facili da sbucciare, visto lo spessore sottile dell’epicarpo, e per questo motivo sono coltivate per lo più per l’uso da tavola, piuttosto che per la produzione del succo.
  • Sanguinello: ha un succo molto scuro, che al taglio macchia facilmente gli strati esterni del frutto. Gli spicchi hanno sfumature dal rosso al bordeaux, all’aranciato. Ha pochissimi semi e la si riconosce per la forma leggermente oblunga. Si presta benissimo per la produzione di spremute perché è particolarmente ricca in succo.
  • Moro: è’ l’Arancia maggiormente pigmentata, in certe zone il colore è talmente intenso da risultare violaceo. Ha una forma ovoidale, e anche se matura a Dicembre, il consumo è ottimale in Gennaio, quando raggiunge l’apice delle qualità organolettiche. Anche questa varietà è ottima per ricavarne il succo.

 Proprietà Nutrizionali:

Le Arance, oltre ad essere un frutto dal profumo invitante e dal sapore dolce e zuccherino, hanno ottime proprietà nutrizionali. Considerando il frutto nella sua totalità, la parte edibile corrisponde a circa l’80% del totale, in quanto la buccia e l’albedo (mesocarpo bianco, di consistenza spugnosa), non sono commestibili.

L’Arancio è composto per l’87.2% di acqua, 0.2% di lipidi, 7.8% di zuccheri e 1.6% di fibra. Un etto di prodotto apporta solo 34 Kcal. Se consideriamo l’apporto minerale, l’oligoelemento più rappresentativo è il Potassio, infatti 100 grammi di prodotto, ne contengono 200 mg. Ne seguono il Calcio (49 mg) e il Fosforo (22 mg), mentre il Sodio è presente in soli 3 mg.

Riguardo le Vitamine, invece, quella più presente, e per le quali sono riconosciute, è la Vitamina C, con un apporto di 50 mg; mentre quelle del gruppo B, sono presenti in tracce (B1 0.06 mg, B2 0.05 mg e B3 0.2 mg). Sono da segnalare anche l’apporto in Acido Folico, nella quantità importante di 31 microgrammi, il Retinolo (vitamina A) con 71 microgrammi, e ben 426 microgrammi di beta-carotene, precursore della Vitamina A e potente antiossidante per l’organismo umano.

Curiosità:

Secondo la mitologia greca, Giunone, sposa di Giove, portò in dote alcuni alberi dai frutti color oro, simbolo di amore e fecondità, e il Dio, per paura che i ladri li rubassero, li fece custodire in un giardino segreto sotto la sorveglianza dalle ninfe Esperidi. Una delle Dodici fatiche di Ercole, fu quella di donare agli uomini questi preziosi frutti, sconfiggendo un Dragone che Giunone aveva messo per custodire il giardino segreto. Da allora i frutti sono preziosissimi, e i fiori sono un simbolo di castità e purezza, e vengono utilizzati come addobbi floreali per i matrimoni.

 

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *