Prodotti e Stagionalità

Pomodoro

Il Pomodoro

(Solanum Lycopersicum)

Aspetti Botanici

Il Pomodoro, è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanacee, originario dell’America Centrale.

Viene importato in Europa nel 1540 dal condottiero spagnolo Hernán Cortés, ma all’inizio è impiegato solo come pianta decorativa in quanto lo si credeva velenoso.

Il nome, “Pomo d’Oro”, stava ad indicare il colore originario del frutti di questa pianta, che erano appunto giallo-oro. Solo molto più avanti nel tempo, si assistette al viraggio di colore al rosso, in seguito ad innesti selezionati. Questo ortaggio, tuttavia, è utilizzato come alimento umano da tempo immemore, infatti ci sono reperti storici che certificano che già gli Aztechi, lo includevano nella propria dieta.

La pianta del Pomodoro, è annua, con fusto strisciante, e viene fatta crescere su paletti e tralicci per evitare che i delicati frutti, a contatto con il suolo, marciscano. Tutta la pianta, dal fusto alle foglie, è ricoperta di peli ghiandolari, che emanano il caratteristico odore aspro. Le foglie, sono di grandi dimensioni, picciolate e a margine irregolare; la radice è a fittone; e i fiori sono di colore giallo, a cinque petali e altrettanti sepali. Il frutto che ne deriva è una bacca, con epicarpo (buccia), sottile, liscio e lucido; mesocarpo carnoso, e molto sugoso, all’interno del quale sono dispersi diversi semi piatti di colore giallognolo, commestibili; l’endocarpo di colore avorio più essere più o meno molle, a seconda delle varie specie.

Possiamo classificare le varie tipologie di Pomodoro, o dalla forma del frutto (rotondo, o più allungato), oppure dalla dimensione.

I pomodori di grandi dimensioni, più noti, sono:

  • Cuore di Bue: Pomodoro da insalata di forma irregolare, riconoscibile facilmente dai tagli che presenta sulla buccia. E’ un pomodoro compatto, in genere non eccessivamente acquoso;
  • Pomodoro Insalataro: in genere di colore verde, con alcune sfumature rosse. Può essere di forma tonda, oblunga, o presentare tagli come il cuore di Bue. A questo gruppo appartengono il Marinda, il Tondo Insalataro, l’Oblungo Insalataro, il Torrano.

Tra quelli di dimensioni medie, invece, troviamo:

  • Perino: è il pomodoro oblungo più noto, di colore rosso, polpa soda e buccia resistente. E’ il Pomodoro utilizzato dall’industria per fare le salse, e per ricavarne i pelati. Tra questi, il più famoso è il San Marzano DOP, particolarmente saporito.
  • Camone: pomodoro di origini Sarde, di colore verde scuro, con sfumature more. Ha forma rotonda e liscia, è sugoso e ha la polpa di colore bruno.
  • Pomodoro Grappolo: di colore Rosso vivo, dall’epicarpo liscio e uniforme. La polpa è carnosa, e l’endocarpo è biancastro. Si presta benissimo sia per l’utilizzo in insalata, che per ricavarne salse e passate.

Infine, ci sono i pomodori di piccole dimensioni, che in genere crescono a grappoli:

  • Pachino: a forma di goccia, IGP, originario dell’omonimo comune della punta più a Sud della Sicilia;
  • Ciliegino: rotondo, liscio, una delle varietà più utilizzate e apprezzate in cucina; il più comune è di colore rosso, tuttavia è molto amata anche la varietà gialla.
  • Datterino: sicuramente il Pomodoro più aromatico, e di sapore molto più spiccato e dolce rispetto al Ciliegino. Ha dorma allungata, a richiamare, appunto, piccoli datteri. E’ un Pomodorino molto pregiato, che va consumato fresco, e che attribuisce un aroma inconfondibile alle pietanze in cui viene inserito.

Proprietà Nutrizionali

Veniamo adesso a parlare delle proprietà nutrizionali di questi ortaggi.

Il Pomodoro è composto per il 94% di acqua, 0.2 % di lipidi, 3.5% di zuccheri di cui 0.9% di fibra, e 1% di proteine. Apportano 19 Kcal per etto di prodotto.

Per quanto riguarda i sali minerali, il più caratterizzante è il Potassio (197 mg per etto), seguono 25 mg di Fosforo, 9 mg di Calcio, 6 mg di Sodio e 0.3 mg di Ferro. Considerando le Vitamine, troviamo il prevalenza la Vitamina C (25 mg per 100 grammi di prodotto) e 1.06 mg di Vitamina E. Considerando il gruppo B, invece, contiene 0.02 mg di Vitamina B1, tracce di B2, 0.8 mg di Vitamina B3 e 0.12 mg di Vitamina B6.

Essendo un ortaggio dal colore rosso, predomina la quantità di carotenoidi antiossidanti al suo interno, contenuti in una quantità di ben 810 microgrammi su 100 grammi di prodotto. I Carotenoidi, sono i precursori della Vitamina A, cioè quelle molecole base, da cui parte la sintesi di questa molecola. La Vitamina A, detta anche Retinolo è la vitamina fondamentale che permette il corretto meccanismo della visione. La stessa Vitamina A è contenuta in una quantità di 135 microgrammi per etto di prodotto.

Il Beta Carotene, è un antiossidante che rientra nel processo di corretta crescita e riparazione dei tessuti, e ci protegge da infezioni che possono intaccare le mucose delle vie aeree superiori e della bocca. E’ un antiossidante che protegge gli occhi e in particolar modo la retina, contrastando i fenomeni di cecità notturna e permettendo il corretto meccanismo della visione. E’ anche fondamentale per il tessuto scheletrico, quindi apporta benefici strutturali ad ossa e denti. Infine, essendo un antiossidante, ci protegge anche dallo smog e dai radicali liberi.

Curiosità

Il Pomodoro, è anche uno degli alimenti che può scatenare maggiormente intolleranze alimentari. A seconda della sensibilità dell’organismo, l’intolleranza può presentarsi solo per l’ortaggio crudo, o anche per la forma cotta: le alte temperature della cottura, infatti, vanno a modificare la struttura delle proteine, quindi alcuni individui riescono a risolvere questa problematica cuocendo l’alimento.

L’intolleranza alimentare al Pomodoro può presentarsi con reflusso gastrico, gonfiore addominale e dolori gastrici ed intestinali. Tuttavia, a seconda della gravità dei casi, possono aversi anche sfoghi cutanei come eruzioni, prurito ed orticaria. Possono esserci anche complicanze a livello della cavità orale, con gonfiore di lingua e labbra.

 Il Pomodoro, può anche portare a dermatiti da contatto, con presenza di edemi ed orticarie, seppur senza l’ingestione dell’ortaggio stesso.

 

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

2 pensieri su “Pomodoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *