Prodotti e Stagionalità

Bietola

La Bietola

(Beta Vulgaris var. Cicla)

Aspetti Botanici

La Bietola, o Bieta, è una pianta appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee, ed è una varietà di Barbabietola. Si presenta come pianta erbacea, caratterizzata da gambi di colore bianco, giallo, oppure rosso a secondo dei cultivar. Le foglie sono grandi, di colore verde scuro, molto brillanti e lucide. Non sono lisce, ma sono arricciate nella zona della nervatura centrale.

E’ una pianta che cresce spontanea nell’Europa meridionale, e che ora è coltivata ampiamente in tutte le zone temperate del pianeta.

La si utilizza a scopo alimentare, e a differenza della Barbabietola, impiegata per le sue radici, questa la si può trovare nelle due varietà da foglia, o da costa. Nel primo caso, prende anche il nome “da taglio”, ed è caratterizzata da un gambo sottile, e meno sviluppato, a favore di una foglia più estesa. Nella bieta da gambo, detta anche “costa”, invece, il gambo di colore bianco è molto più sviluppato rispetto alla precedente, e viene consumato previa cottura di 15-20 minuti circa (la zona fogliare, invece, basta sbollentarla per 5 minuti).

Proprietà Nutrizionali

La Bietola è un ortaggio adatto a tutti: bambini, anziani, ed è molto indicata anche per chi segue regimi alimentali ristretti e diete ipocaloriche.

E’ composta per il 94.5% di acqua, l’1.3% di proteine, lo 0.1% di lipidi, il 2.8% di zuccheri e l’1.2% di fibra. Un etto di prodotto, apporta solamente 17 Kcal, vista la percentuale quasi totale di acqua, e un bassissimo contenuto lipidico. Inoltre, questa grande presenza d’acqua, la rende alimento adatto per trattare la ritenzione idrica, poiché risulta avere un potere diuretico non indifferente: per questo motivo la Bietola è anche uno degli ortaggi consigliati in caso di cistite.

Il minerale maggiormente presente, è il Potassio, con il quantitativo di 286 mg per 100 grammi di Biete, al secondo posto il Sodio, con 158 mg; ne seguono poi il Calcio ( 67 mg), il Fosforo (29 mg), e infine il Ferro (1 mg).

Per quanto riguarda le Vitamine, la più significativa è la Vitamina C, con 24 mg, segue la Vitamina E, con 1.05 mg. Considerando invece il Complesso B, si evidenziano dei quantitativi poco rilevanti: 0.03 mg di Vitamina B1, 0.19 mg di Vitamina B2,  e 1.8 mg di Vitamina B3.

Importantissimo da segnalare il Beta-carotene, presente con un valore di ben 1’578 microgrammi per etto di prodotto. Il Beta-carotene, appartiene alla famiglia dei carotenoidi, che sono i precursori della Vitamina A, cioè quelle molecole base, da cui parte la sintesi di questa Vitamina. La Vitamina A, detta anche Retinolo è fondamentale per l’organismo umano in quanto permette il corretto meccanismo della visione. La stessa Vitamina A è contenuta nelle bietole in una quantità di ben 263 microgrammi per etto di prodotto.

Il Beta Carotene, è un antiossidante che rientra nel processo di corretta crescita e riparazione dei tessuti, e ci protegge da infezioni che possono intaccare le mucose delle vie aeree superiori e della bocca. E’ un antiossidante che protegge gli occhi e in particolar modo la retina, contrastando i fenomeni di cecità notturna e permettendo il corretto meccanismo della visione. E’ anche fondamentale per il tessuto scheletrico, quindi apporta benefici strutturali ad ossa e denti. Infine, essendo un antiossidante, ci protegge anche dallo smog e dai radicali liberi.

Le Bietole contengono infine 124 microgrammi di Acido Folico, importantissimo soprattutto per le donne in gravidanza, poiché induce un corretto sviluppo fetale, e previene la formazione di spina bifida.

Il sapore leggermente amaro dell’ortaggio, fa sì, che vengano stimolate bile e cistifellea: con l’assunzione, si notano quindi benefici all’apparato digerente e un miglioramento del processo digestivo. Inoltre, il basso apporto in grassi, la rende adatta anche a chi ha problemi di colesterolo.

Le Biete, per le loro proprietà depurative, sono inoltre amiche della pelle: introdurle nelle pietanze aiuta a riequilibrare la pelle grassa, l’acne e le foruncolosi. Tuttavia, possono essere usate anche per dare sollievo a pelli arrossate, eczemi, eritemi solari, scottature, ustioni e piccoli tagli.

Curiosità

Le Bietole, contengono al loro interno Sodio Ossalato. Quando questa molecola, all’interno del corpo umano, si lega al Calcio, produce l’Ossalato di Calcio, che è uno dei maggiori responsabili delle Calcolosi Urinarie.

I Calcoli Urinari sono ammassi che si formano quando l’urina si trova in una condizione di eccessiva salinità, tanto da diventarne satura: si creano dapprima dei piccoli cristalli, che poi, se si legano tra loro, raggiungono dimensioni maggiori, e si sedimentano in tutto il sistema urinario. Possono esserne quindi interessati i reni, la vescica e gli ureteri.

 I soggetti a rischio, dovrebbero quindi prestare attenzioni, ed evitare l’assunzione abbondante di latte, latticini e derivati (che apportano molto calcio); ed alimenti come caffè, spinaci, rabarbaro, melanzane, frutta secca, bietole e pomodori, che sono ricchi in acido ossalico.

 

 

 

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *