Prodotti e Stagionalità

Piselli

I Piselli

(Pisum Sativum)

Aspetti Botanici

Il Pisello è una pianta erbacea annuale antichissima, appartenente alla famiglia delle Fabacee.

E’ originario del Mediterraneo e dell’Oriente, e fu uno dei primi ortaggi ad essere coltivato dall’uomo in Mesopotamia, quando ebbe origine l’agricoltura. Da sempre, è uno dei protagonisti indiscussi dell’alimentazione umana nel bacino del mediterraneo. Ampiamente utilizzato da Greci a Romani, nel periodo del Medioevo è una delle principali risorse alimentari delle classi più povere.

Il Pisello si presenta come una pianta rampicante, con fusto di una lunghezza variabile tra i 50 cm e i due metri. Il fusto appare sottile, di colore verde chiaro, cavo. Si sviluppa creando nodi: i primi che nascono presentano solo foglie e rami, gli altri, invece, sono riproduttivi, cioè portano fiori e di conseguenza frutti.

Le foglie sono di colore verde chiaro, ovali, sessili (prive di picciolo), opposte e possono presentarsi singole, oppure a gruppetti di 4 unità. Il margine è liscio. Alla base delle foglie, sono presenti appendici dette stipole, di dimensioni maggiori rispetto alle foglie, e forma più rotondeggiante. Sono sempre sessili, a margine seghettato. Al di sopra delle foglie, invece, si sviluppano i viticci, fusti modificati con scopo di ancoraggio, che permettono alla pianta di aggrapparsi ai sostegni.

Il fiore è molto particolare. E’ caratterizzato da un calice di colore verde, formato da cinque sepali fusi tra loro. La corolla, in genere appare di colore bianco, tuttavia possono esserci anche cromie differenti: rosa, porpora o viola. I petali sono cinque, tutti molto differenti tra loro. Uno appare maggiore, in posizione centrale. Ai lati si questo, ne crescono due, di dimensioni minori, che prendono il nome di ali; inferiormente, origina la carena, data da due petali uniti tra loro alla base.

Il frutto è un baccello che può raggiungere anche la lunghezza di 15 centimetri, formato da due valve fuse tra loro: in genere è di colore verde, talvolta violaceo. All’interno, sono contenuti i semi, sferici, dall’aspetto liscio, oppure rugoso; e possono apparire di colore verde, oppure giallo. La quasi totalità del seme, è formata dai cotiledoni.

A scopo alimentare, vengono coltivati varietà di piselli da sgusciare, oppure i mangiatutto, che presentano un baccello più tenero, oppure più carnoso, di cui si consumano sia i semi, che le valve.

Proprietà Nutrizionali

Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali dei Piselli da sgusciare, la parte edibile coincide al 47% del totale dell’ortaggio, siccome il baccello non viene consumato.

I Piselli sono composti per il 76.1% di acqua, il 7% di proteine, il 0.2% di lipidi, 12.4% di glucidi e 5.2% di fibre. Un etto di prodotto apporta solo 76 Kcal. Il minerale più caratterizzante è il Potassio, presente in 202 milligrammi, seguono il Fosforo con 101 milligrammi, il Calcio con 47 milligrammi e solo un milligrammo do Sodio. Considerando invece le vitamine, i Piselli apportano molta Vitamina C, pari a 28 mg; invece è meno presente il Gruppo B, infatti per 100 grammi di prodotto, si ritrovano 0.42 milligrammi di Vitamina B1, 0.18 mg di B2, un milligrammo di B3 e 0.12 mg di B6.

Molto importanti, invece, i quantitativi di Beta-Carotene, pari a 294 microgrammi. Il Beta Carotene, è un antiossidante che rientra nel processo di corretta crescita e riparazione dei tessuti, e ci protegge da infezioni che possono intaccare le mucose delle vie aeree superiori e della bocca. E’ un antiossidante che protegge gli occhi e in particolar modo la retina, contrastando i fenomeni di cecità notturna e permettendo il corretto meccanismo della visione. E’ anche fondamentale per il tessuto scheletrico, quindi apporta benefici strutturali ad ossa e denti. Infine, essendo un antiossidante, ci protegge anche dallo smog e dai radicali liberi.

Contengono inoltre Vitamina B9, l’Acido Folico, in un quantitativo di 62 microgrammi. Questa, è una Vitamina idrosolubile appartenente al gruppo B, indispensabile per tutte le reazioni di sintesi, metilazione e riparazione del DNA. Inoltre rientra nel processo di divisione cellulare e crescita tissutale. Inoltre è importante per prevenire l’anemia e indurre una crescita normale dei globuli rossi. E’ una vitamina importantissima soprattutto nel periodo della gravidanza, per permettere una corretta crescita fetale, specialmente per quanto riguarda lo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino, e prevenire patologie quali la spina bifida.

Curiosità

I Piselli, hanno avuto una grande importanza a livello scientifico perché è stato grazie a questi ortaggi che Gregor Mendel scrisse le sue leggi della genetica.

Mendel fu un monaco che nacque nel 1822 a cui venne concesso di frequentare l’università di Vienna. Mendel, incrociò tra di loro diverse piante di piselli, e vide i risultati sia considerando i fiori (se di colore bianco, o di colore rosso), sia considerando il colore e l’aspetto dei semi. Cioè, se i Piselli erano di colore giallo, o di colore verde, e di aspetto liscio, oppure rugoso.

Lui per primo introdusse i temi di “carattere dominante” e “carattere recessivo”, di eterozigote ed omozigote, di gene e di allele, e scrisse le importantissime tre leggi dominanza, segregazione e assortimenti indipendente, che sono state le base su cui si è fondata la genetica moderna.

 

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *