Curiosità

Il Mercante e la leggenda del Vischio

Il Mercante e la leggenda del Vischio

La leggenda Natalizia parla di un avido mercante, che rientrato da una profiqua giornata di lavoro, si ritrova a contare i suoi profitti.
A lui non importava nulla dei suoi clienti, nè di che viso avessero, nè quale fosse la loro vita, tanto meno che vivessero in povertà. A lui importava solo arricchirsi.

Una sera, un senso di colpa lo scosse, non riuscì più a dormire, e svegliatosi, vide dalla finestra che tutti gli abitanti del suo villaggio si stavano dirigendo in un’unica direzione, come se stessero andando a una festa.

Uscì di casa, e fu travolto dalla folla: le persone lo chiamavano “Fratello”, e lo invitarono ad andare con loro.
Lui rimase interdetto, non aveva fratelli, nè amici, nè moglie…e tantomeno non gli era mai importato nulla di quella gente. Ma comunque andò.

Arrivarono alla grotta di Betlemme, dove ogni abitante portò un dono, e lui, il più ricco di tutti, era a mani vuote. Lo sconforto ebbe il sopravvento.
Uscito dalla grotta, si liberò in un pianto sentito e sincero, e le sue lacrime caddero su una piccola piantina che era lì.
La mattina, quelle lacrime, diventarono perle bianche, e da allora nacqua il Vischio.

SEGUIMI E CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *